null Aiuti nel Settore dell’Apicoltura 2020-2021: modifiche bando

Aiuti nel Settore dell’Apicoltura 2020-2021: modifiche bando

È pubblicata nel BURP n. 25 del 18 febbraio 2021 la Determinazione del Dirigente della Sezione Competitività delle filiere agroalimentari n. 52 del 15 febbraio 2021, relativa alla modifica del bando regionale anno apistico 2020-2021 approvato con DDS n. 43 del 29/01/2021, con contestuale approvazione del nuovo bando per la presentazione delle domande di sostegno.

Nello specifico è stata disposta la modifica in relazione alla AZIONE B) “Lotta alla Varroasi, agli aggressori e alle malattie dell’alveare” Sottoazione b.4) -“Acquisto di idonei presidi sanitari
al paragrafo “Criteri di attribuzione delle risorse” come di seguito riportato:
“Nel caso in cui le risorse disponibili non siano sufficienti a soddisfare le richieste ammissibili a contributo, la dotazione finanziaria disponibile è ripartita tra le Associazioni richiedenti in possesso dei requisiti previsti dal presente bando, proporzionalmente al numero dei soci partecipanti al programma di acquisto di idonei presidi sanitari, regolarmente iscritti all’associazione e registrati in B.D.A. (con riferimento al censimento annuale 2020).
Eventuali economie o ulteriori risorse finanziare assegnate, potranno essere ripartite equamente tra i beneficiari, sulla base di una effettiva maggiore spesa sostenuta e giustificabile”.

Modifica anche per l'AZIONE E) “Misure di sostegno per il ripopolamento del patrimonio apistico.” Sottoazione e.1) “Acquisto api regine” al paragrafo “Criteri di attribuzione delle risorse”.  Questa la nuova formulazione:
“Esclusivamente per gli apicoltori che hanno denunciato in B.D.A. (con riferimento al censimento annuale 2020) un numero di alveari fino a 30 è ammesso l’acquisto di un numero massimo di regine pari agli alveari denunciati.
Ai fini della predisposizione della graduatoria regionale per l’accesso al contributo, è assegnata priorità ai richiedenti con minor numero di alveari denunciati in B.D.A. (con riferimento al censimento annuale 2020) e, in caso di parità di numero di alveari, ai soggetti con minore età. Nel caso di società e/o cooperative si fa riferimento all’età del rappresentante legale.
Eventuali economie o ulteriori risorse finanziare assegnate, potranno essere ripartite equamente tra i beneficiari in aggiunta al contributo massimo previsto, sulla base di una effettiva maggiore spesa sostenuta e giustificabile”.

Resta confermato il termine di presentazione delle domande alle ore 23.59 del 15 marzo 2021.

Posted on 18 febbraio 2021